Film sulle guerre dell’ex Jugoslavia

Non sono molti i film che raccontano le guerre nell’ex Jugoslavia: tra questi, alcuni non sono significativi, altri, invece, meritano una visione perché hanno la capacità di raccontare risvolti che, al tempo della drammatica vicenda, malgrado la nostra vicinanza geografica, non erano facilmente comprensibili … L’ex Jugoslavia è oggi divisa in sette stati indipendenti; le guerre degli anni novanta furono combattute sia tra le diverse nazioni, sia all’interno di alcune di queste. Vi parteciparono eserciti regolari, irregolari, milizie, bande, avventurieri, forze di pace internazionali, non mancarono anche molti foreign fighters. Nell’ultimo conflitto, quello che seguì le epurazioni serbe nel Kosovo, fu direttamente coinvolta la NATO. La complessità delle guerre jugoslave rende il soggetto di non facile lettura per il “grande” cinema internazionale, mentre, le produzioni locali, sono decisamente più significative anche se molto rare.

La guerra comincia sempre in fretta e tu la vedi mentre si sta avvicinando si spande come un’alluvione e in qualche modo comincia sempre veloce a sorpresa

Da La Vita è un Miracolo di Emir Kusturica

Ho privilegiato i film meno retorici che non utilizzano le guerre balcaniche come semplice sfondo per narrare vicende che potrebbero adattarsi a qualsiasi altro evento storico.

CIRKUS COLUMBIA, BOSNIA-HERZEGOVINA 2010

In Cirkus Columbia scopriamo la quotidianità di un paese dove stanno fermentando tensioni che a breve scateneranno una sanguinaria guerra civile. Il messaggio è tanto universale quanto specifico del contesto balcanico. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Ivica Djikic.

wp-1448905223148.jpeg

Nell’Erzegovina meridionale il clima è incandescente, siamo tra la fine del 1991 e l’inizio del 1992, è la vigilia della guerra nei Balcani. Dopo venti anni di esilio in Germania perché anticomunista, Divko Buntić ritorna nel suo paese nel sud ovest della futura Bosnia-Erzegovina. Divko ha una nuova compagna molto più giovane di lui, Azra, ha anche notevoli disponibilità finanziarie che utilizza per guadagnare il rispetto degli abitanti del paese. Al suo arrivo ottiene immediatamente lo sfratto dell’ex moglie Lucjia e del figlio Martin e si insedia con Azra nella casa appena liberata. Il rapporto con Lucjia sembra definitivamente rotto. Ma, i protagonisti di Cirkus Columbia si dovranno confrontare con la generale destabilizzazione e le crescenti tensioni etniche, confronto che li condurrà a modificare l’atteggiamento reciproco.

wp-1448905200462.jpeg

Cirkus Columbia è un film decisamente ben documentato, forse, tra tutti, quello più interessante nella spiegazione del background politico e sociale precedente allo scoppio della guerra. Un tranquillo paese di campagna viene lentamente risucchiato nella spirale della violenza trovando in ciascuno, o quasi, le ragioni, etniche, sociali, politiche e psicologiche, per una attiva e consapevole partecipazione.

Scheda del film
Paese di produzione: Bosnia-Herzegovina, Francia, Gran Bretagna, Germania, Slovenia, Belgio, Serbia
Anno: 2010
Durata: 113 min.
Regia: Danis Tanović

HARRISON’S FLOWER 2000

1991, il fotografo americano Harrison Lloyd si reca in Jugoslavia per realizzare un reportage sul conflitto che seguì l’indipendenza dichiarata della Croazia. Il conflitto vide opposto l’esercito della neonata nazione, all’Armata Popolare Jugoslava, controllata da forze serbe e affiancata da milizie e reparti composti dai serbi di Croazia. Quando la moglie Sarah viene informata della morte del marito per il crollo di un edificio non si da pace e da alcuni segnali che riceve si convince che è ancora in vita. Per questa ragione, decide di partire alla sua ricerca. Durante il suo viaggio, Sarah, raggiungerà anche la città di Vukovar durante il celebre assedio e le epurazioni che il film racconta con immagini estremamente forti e realistiche.

wp-1448905248890.jpeg

Harrison’s Flowers non è un capolavoro cinematografico, ma racconta la drammatica realtà dei combattimenti che coinvolsero buona parte della popolazione civile. Le sequenze delle scorribande dei miliziani nei quartieri di Vukovar sono tanto raccapriccianti quanto significative della furia omicida che animò entrambe le fazioni. Una rappresentazione quasi documentaristica che fotografa senza filtri la realtà di una guerra civile.

Scheda del film
Produzione: Francia
Anno: 2000
Regia: Elie Chouraqui
Interpreti e personaggi principali: Andie MacDowell (Sarah Lloyd), Elias Koteas (Yeager Pollack), Brendan Gleeson (Marc Stevenson)

LA VITA E’ UN MIRACOLO 2004

La Vita è un Miracolo è un film di Emir Kusturica e come tutti i suoi film è una rappresentazione multicolore, scanzonata, fantasiosa e a tratti surreale della vita nei Balcani. C’è la guerra che arriva all’improvviso, ma la vita nelle sue infinite forme e nei suoi percorsi più tortuosi, che ignorano barriere e divisioni di qualsiasi genere, continua. Siamo in un paese sperduto tra i monti della Bosnia prossimo al confine con la Serbia. L’ingegnere Luka, serbo, trasferitosi da Belgrado con moglie e figlio, è responsabile della stazione ferroviaria e del progetto per la nuova linea che collegherà i due paesi. Allo scoppio della guerra, tuttavia, il progetto viene improvvisamente fermato.

wp-1448905279908.jpeg

Nel mentre, la moglie di Luka, la cantante lirica Jadranka, nevrotica e delusa dalla vita che conduce lontana dalla capitale, scappa con un improbabile musicista, uno xilofonosita, ungherese. Il figlio Miloš, che aveva davanti a se una gloriosa carriera come calciatore viene, invece, reclutato dall’esercito ed è subito fatto ostaggio del nemico. Luka si innamorerà di Sabaha, un’esuberante infermiera bosniaca che riceve come ostaggio per uno scambio, che non si potrà fare, con il figlio.
La vita, appunto, che si beffa delle divisioni, dei conflitti, delle ragioni della politica, dei militari e dei miliziani che nel film sono rappresentati da personaggi incapaci e per nulla consapevoli del dramma che la guerra inevitabilmente comporta. Disponibile in lingua italiana.

Scheda del film
Produzione: Serbia e Montenegro, Francia
Anno: 2004
Regia: Emir Kusturica
Interpreti e personaggi principali: Slavko Štimac (Luka), Natasa Tapuskovic (Sabaha), Vesna Trivalić (Jadranka), Vuk Kostić (Miloš)

NO MAN’S LAND 2001

Non Man’s Land è un film del 2001 scritto e diretto dal regista bosniaco Danis Tanović. Siamo nel 1993 e nuovamente nel confine tra la Serbia e la Bosnia. Più precisamente siamo in una trincea abbandonata nella terra di nessuno, quella compresa tra i due fronti. Qui si incontrano il miliziano bosniaco, Ciki, che sopravvive al massacro della sua pattuglia e per errore sceglie questo luogo come rifugio e Nino, un soldato serbo alle prime armi.

wp-1448971651002.jpeg

Il film è il racconto di questo incontro che comporterà una necessaria presa di coscienza dei due personaggi delle ragioni dell’altro e della assurdità del conflitto, presa di coscienza che, tuttavia, non cambierà l’atteggiamento ostile. Nella trincea che è l’esclusivo set del film, c’è anche un altro soldato, il bosniaco Tzera che prima viene creduto morto, poi, si scopre che è vivo e sdraiato supino su una mina che a un suo movimento esploderebbe. Per risolvere questa situazione interviene l’ONU, ma le difficoltà non mancano. Il finale, che non racconto per non togliere la sorpresa, è inatteso e particolarmente efficace. Disponibile in lingua italiana.

Scheda del film
Produzione: Bosnia ed Erzegovina
Anno: 2001
Regia: Danis Tanović
Interpreti e personaggi principali: Branko Đurić (Čiki), Rene Bitorajac (Nino)

NELLA TERRA DEL SANGUE E DEL MIELE 2011

Nella Terra del Sangue e del Miele, ingiustamente maltrattato dalla critica e praticamente ignorato dalle sale cinematografiche, racconta la drammatica vicenda di Ajla e di altre donne bosgnacche sequestrate e tenute prigioniere in un campo di concentramento costituito dai serbi. Prima del conflitto, Ajla frequenta Danijel, che diventerà ufficiale dell’esercito serbo e che ritroverà proprio nel luogo della sua prigionia.

wp-1448905514350.jpeg

Tralasciando la narrazione della tormentata storia d’amore tra i due protagonisti, il film offre un’efficace e cruda rappresentazione delle azioni di pulizia etnica che tra il 1992 e il 1995 furono perpetrate dai militari serbi al popolo islamico di Bosnia.
L’interpretazione e la regia rasentano il dilettantismo, ma il film costringe lo spettatore a confrontarsi con gli orrori di una spaventosa guerra civile riprodotta in modo fedele e senza alcuna spettacolarizzazione. Questo è il suo merito e per questo lo consiglio. Disponibile in lingua italiana.

Scheda del film
Produzione: Stati Uniti
Anno: 2011
Regia: Angelina Jolie
Interpreti principali: Rade Serbedija, Zana Marjanovic

THE SKY ABOVE US 2015

Aprile 1999, l’operazione Allied Force sta martoriando la Serbia e la sua capitale Belgrado. Si tratta a di una controversa campagna militare volta a porre termine alle azioni di epurazione etnica che la Serbia di Milosevic sta compiendo nel Kosovo. The Sky Above Us è la storia di tre persone, Ana, Sloba e Bojan che a Belgrado lavorano vicino alla torre della televisione, rischiando di essere coinvolti nel probabile bombardamento del sito considerato strategico.

wp-1448905554130.jpeg

Mentre ogni notte la capitale serba diventa bersaglio degli attacchi NATO, i tre protagonisti si interrogano su come sia possibile vivere in un mondo dove la paura e l’orrore della guerra sono alle porte di casa. Due operatori televisivi della televisione di stato PTC e una giovane attrice di teatro si devono confrontare con la quotidianità della loro vita, che pur sempre continua e una minaccia invisibile perché arriva dal cielo, di notte e senza preavviso.

Un amico serbo mi ha parlato delle sue esperienze durante i bombardamenti della nato a Belgrado, questo racconto mi ha toccato profondamente. era la prima volta che ho sentito una connessione con qualcuno che aveva vissuto una cosa del genere …
The Sky Above Us esamina come la gente comune conduce la propria vita mentre sono intrappolati in una situazione violenta e assurda.

Il regista Marinus Groothof

La scelta di ambientare la storia a Belgrado nel 1999 renda il contesto storico sufficientemente lontano nel tempo per non inquinare il messaggio con ogni possibile giudizio politico, ma anche sufficientemente vicino per farci riflettere sulla condizione di tutti i “civili” che loro malgrado si trovano a convivere con la guerra e i danni collaterali che questa inevitabilmente comporta. Così i tre protagonisti possono diventare cittadini anche di Baghdad, Gaza City, Aleppo o di Tripoli. The Sky Above Us è scritto e diretto dal regista olandese Marinus Grothof al suo primo lungometraggio. Il film è una coproduzione Olandese, Belga e Serba.

wp-1448905587252.jpeg

The Sky Above Us è un dramma contemporaneo che si confronta con la psicologia delle persone comuni travolte dal caos della distruzione cieca. Non si tratta di un film politico, ma di una rappresentazione intensa e emotiva dell’animo umano di fronte alle tragedie che la storia, anche quella contemporanea, causa. I tre protagonisti offrono diversi punti di vista, ma tutti sono alla ricerca di una normalità impossibile. The Sky Above Us è un lungometraggio intenso, intelligente e ben realizzato. Il film, presentato nel 2015, non è ancora disponibile in italiano.

Scheda del film
Produzione: Serbia, Olanda, Belgio
Anno: 2015
Regia: Marinus Grothof
Interpreti e personaggi principali: Nevena Ristic, Milos Timotijevic, Hristina Popovic

IL SEGRETO DI ESMA 2006

Ambientato in Bosnia nel dopoguerra, il Segreto di Esma è un film sulle drammatiche ferite della guerra. Esma e sua figlia adolescente, Sara, vivono nell’indigenza, Esma ha un doppio lavoro, come cameriera in un locale notturno e come sarta in fabbrica, potendosi così occupare solo saltuariamente della figlia. Quando Sara chiede i soldi necessari per la partecipazione alla gita scolastica, Esma cerca in ogni modo di soddisfarla, ottenendo alla fine l’aiuto economico dalle colleghe della fabbrica dove lavora. Se avesse semplicemente dichiarato che Sara è figlia di un militare caduto in guerra, come da sempre Esma afferma, non avrebbe dovuto pagare la quota, ma la verità, si scoprirà è un’altra. Non svelo questo segreto invitando a vedere il film che è facilmente reperibile in italiano.

wp-1448905614245.jpeg

Il Segreto di Esma è un film su una normalità difficile da recuperare anche a molti anni dalla fine della guerra. Come spesso vediamo palazzi ancora segnati dalle pallottole e dai bombardamenti, anche le persone portano con sé ferite aperte che con fatica riusciranno a ricucire. Disponibile in lingua italiana.

Scheda del film
Produzione: Austria, Bosnia ed Erzegovina, Germania, Croazia
Anno: 2006
Regia: Jasmila Žbanić
Interpreti e personaggi principali: Mirjana Karanović (Esma), Luna Mijović (Sara)


VIDEOTECA BALCANICA

No Man’s Land (2001) su Amazon.it

La Vita E’ Un Miracolo su Amazon.it

Nella Terra Del Sangue E Del Miele su Amazon.it

Harrison’S Flowers su Amazon.it

Annunci

One thought on “Film sulle guerre dell’ex Jugoslavia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...