4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni, film – Romania

4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni è un film disturbante, cupo e magnifico. Il soggetto è alquanto scarno: viene raccontata la vicenda di due ragazze alle prese con un aborto clandestino nella Romania di Ceaușescu. Tutto si svolge nell’arco di un giorno e di una notte. Il film del regista romeno Cristian Mungiu è una drammatica cartolina dal recente passato di una nazione che ancora conosciamo poco nelle sue evoluzioni storiche e sociali.
image

Siamo nel 1987, due anni prima della caduta del regime di Ceaușescu. Otilia e Gabita, sono due studentesse che condividono la stessa stanza in uno studentato di Bucarest. Condivideranno anche l’esperienza di un aborto illegale. Il regista Cristian Mungiu, utilizza questo accadimento per testimoniare la drammatica condizione degli individui all’interno di un paese guidato da un potere tanto cieco, quanto disumanizzante. Non si tratta di un film documentaristico sulla realtà degli aborti clandestini, in questo caso, l’ambientazione poteva essere qualsiasi altro paese, anche europeo. Il soggetto di 4 Mesi, 3 Settimane e 2 Giorni è una società intrisa di regole e vincoli che complicano la vita delle persone al punto da renderle insensibili le une verso le altre. Le regole del socialismo imposto da Ceaușescu scandiscono ogni momento della giornata, così come accade a Otilia e Gabita durante la drammatica vicenda narrata.

image

Troviamo le due protagoniste alle prese con una prenotazione alberghiera che per realizzarsi richiede una procedura tanto complicata quanto insensata. C’è il mercato nero che fiorisce ovunque, anche all’interno dello studentato. Si intravedono le lunghe e silenziose code per il pane, diventate il simbolo del fallimento delle società dedite alla ricerca dell’egualitarismo comunista. Ci sono gli anonimi, cupi e malconci soviet blocks. Vediamo anche Otilia mentre silenziosa ascolta le sterili conversazioni dei genitori di Adi Radu, il suo compagno, con i loro amici. È forse questo il momento più eloquente nella rappresentazione di una società formata da individui asettici e indifferenti. 4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni è un film magnifico, ma come dicevo, è anche un film disturbante e cupo.

Il regista Cristian Mungiu è decisamente il regista di punta della “nouvelle vague” romena. Nel 2009 scrive e in parte dirigie il lungometraggio, articolato in sette atti I Racconti dell’Età dell’Oro, una piacevole commedia incentrata sulle molte surreali vicende che hanno caratterizzato la Romania di Ceaușescu. Sempre Mungiu è il regista del più recente, Oltre le Colline, un film drammatico che porta sullo schermo una vicenda realmente accaduta all’interno di un convento romeno nel 2005. Decisamente un autore capace di muoversi con abilità, passione e accuratezza all’interno di situazioni, generi e registri molto alternativi. 4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni viene premiato a Cannes nel 2007 con la meritatissima Palma d’Oro.


image

Produzione: Romania
Anno: 2007
Regia: Cristian Mungiu
Durata: 113′
Interpreti principali: Anamaria Marinca, Laura Vasiliu, Vlad Ivanov, Alexandru Potocean
Genere: Drammatico

4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni su Amazon.it

Annunci

One thought on “4 Mesi, 3 Settimane, 2 Giorni, film – Romania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...