Gand, Belgio – 15 cose curiose da vedere in città

Gand è una città interessante, creativa e ricca di spunti. Considerata come il “segreto meglio custodito d’Europa”, la città delle Fiandre va scoperta non solo per le sue chiese, il castello e i monumenti, ma per tutto ciò che la rende unica…

2017-02-13_12-58-30.jpg
Gand (Foto: CC, autore: Ronan Shenhav)

1.Warregarenstraatje

Nato come progetto estemporaneo in occasione della Festa della Città di Gand del 1995, il “vicolo dei graffiti”, Werregarenstraatje, non è più tornato alla “normalità”. Ogni giorno, sui muri della stretta via compaiono nuovi disegni creati dagli street writer locali che sono numerosi e molto attivi (leggete anche più sotto). A volte, tutto viene tinteggiato di bianco, ma solo per dare spazio ai nuovi graffiti. Centralissima e caleidoscopica…

2017-02-10_07-34-53
Il vicolo dei graffiti Werregarenstraatje (Foto: Looking for Europe)

2.Vrijdag Markt

Ma quale è la piazza più bella di Gand? Tutti direbbero la Korenmarkt, ma, credetemi, la Vrijdag Markt lo è ancora di più. Ci sono innumerevoli e magnifici palazzi storici che vi si affacciano e c’è un’imponente statua anche se, in città, nessuno ricorda più a chi sia dedicata… Tra gli edifici noterete quelli affiancati del Ons Huis (Casa Nostra) e del Bond Moison: un magnifico complesso di fine Ottocento in stile art decò che ci ricorda il passato socialista e solidale della “Gand rossa” (leggete poi anche quanto relativo al palazzo Vooruit…).

2017-02-10_07-30-32
La magnifica Vrijdag Markt (Foto: Looking for Europe)

Ma quanti nomi ha questa città? Facciamo un po’ d’ordine. In nederlandese e nella variante fiamminga la città si chiama Gent che è il suo nome ufficiale. In inglese diventa Ghent, ma nel Regno Unito è conosciuta anche come Gaunt. In francese, ma anche in italiano, si traduce in Gand. Non bastasse, in italiano storico diventa Guanto

3.Metselaarshuis

Le statuette di sei danzerini che volteggiano mossi dal vento decorano i gradoni del timpano nella facciata della antica sede (XVI Sec.) della Corporazione dei Muratori (Cataloniestraat 1). L’edificio è diventato una delle principali attrazioni della città non solo per la sua originale architettura, ma anche per un curioso aneddoto che per vostra fortuna, vi riassumo qui sotto in pochissime righe…

2017-02-10_08-41-48
Le statuette della della Metselaarshuis (Foto: Looking for Europe)

Sino al 1975 si pensava che la caratteristica facciata della Metselaarshuis fosse andata distrutta durante le ricostruzioni della città avvenute nel corso dell’800. Con il tempo si finì persino per dimenticare dove era situato l’edificio (ma come è possibile?). In quell’anno, tuttavia, mentre venivano eseguite delle opere murarie, per la gioia di tutti, emerse, l’antica e ammirata facciata che, tra l’altro, era rimasta per lo più intatta poiché semplicemente coperta da un muro. Successivamente vennero aggiunti i danzerini bronzei opera dell’artista Walter De Buck che è anche un ispirato cantante folk (se proprio volete ascoltarlo, cliccate qui o qui). Nel frattempo, dello storico edificio, ne era stata fatta una copia basandosi sul progetto originale in occasione della Esposizione Universale del 1913. La copia è ancora in bella vista lungo la Riva Graslei al numero 8 …

4.Brutalista!

Costruito negli anni settanta, il complesso Belgacomtoren è ufficialmente l’edificio più “brutto” della città. Lo si nota facilmente perché la torre principale domina irrimediabilmente lo skyline di Gand. Comunque la pensiate, si tratta di un vero e proprio capolavoro brutalista che, tuttavia, ha già il destino segnato perché presto inizieranno i lavori di “rigenerazione” per farne degli appartamenti di lusso. Vi appassiona il genere? Allora visitate anche la vicina scuola Trappenhuis di via Lucas Munichstraat 29.

2017-02-06_08-52-07
Particolare del parcheggio multi-piano della Belgacomtoren (Foto: Looking for Europe)

5.Patershol

Ok, ho capito, a Gand ci andrete per le magnifiche e pittoresche architetture antiche e non certo per vedere il grigio cemento … Molto probabilmente, allora, sarà il quartiere medioevale di Patershol a offrirvi la più memorabile “cartolina della città”. Qui, troverete anche numerosi e caratteristici locali dove sostare anche se, non mancherà un consistente flusso di turisti a rendere la ricerca di un tavolo libero molto complicata. Fino agli anni ottanta Patershol era il quartiere malfamato della città, poi, è stato letteralmente ripulito e ristrutturato per farlo apparire ancora più medioevale di quanto già lo fosse …

Per visitare la città con sottomano una mappa ben realizzata e gratuita, cercate nel vostro ostello, oppure, presso l’Ufficio del Turismo di Gand (Sint-Veerleplein 5) la mappa Use-It che potete anche scaricare a questo link. Non conoscete queste mappe? Andate qui. Per scaricare una guida essenziale, ma in inglese, della città, cliccate qui … e se invece clicco qui?

6.Il Padiglione del Municipio

La contemporaneità è arriva nel centro storico della città prendendo le originali e iconiche forme dello Stadshal: il Padiglione del Municipio edificato nel 2012 per, ehm, si, beh, per … Ma si può sapere perché è stato fatto? Si tratta dell’architettura più discussa è non solo in città dove è più comunemente conosciuta come schaapstal (stalla per pecore). Di sera, in ogni caso, il padiglione offre un suggestivo gioco di luci che filtrano attraverso le 1.600 fessure poste nella tettoia interamente realizzata in legno.

9562615574_e00ee8974d_z
Stadshal, il Padiglione del Municipio di Gand (Foto: C, autore: Thomas Vlerick)

7.Capitale vegetariana d’Europa

Gand ha il primato della città europea con più ristoranti vegetariani per abitante. Proprio qui, tra l’altro, è nata la tradizione, poi diffusasi a livello mondiale, della “giornata vegetariana della settimana”. Il giorno scelto è stato il giovedì. Non solo troverete ovunque ristoranti per vegetariani e vegani, ma anche molti bar, negozi e supermercati a loro dedicati. Il più curioso? Per noi è stato il centrale Moor Moor (Jacobinenstraat 7) che è un bar, ma è anche un minimarket dove si possono trovare i prodotti alimentari più incredibili provenienti da tutto il mondo. Per scoprire altri curiosi locali in città, seguite questo link.

2016-09-21_06-30-36
Il curioso assortimento di Moor Moor (Foto: Looking for Europe)

8.Palazzo Vooruit

Tutti lo adorano: il palazzo Vooruit è una vera e propria istituzione in città. Costruito nel 1913 per diventare il luogo di incontro dei lavoratori organizzati nella Società Cooperativa Avanti (Samenwerkende Maatschappij Vooruit), lo stabile comprendeva una sala per le feste, una per i congressi, un cinema, un supermercato e alcuni negozi e locali per il ritrovo. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu requisito dai nazisti, quindi niente più feste … Successivamente l’edificio cadde in rovina. Negli anni’80, alcuni artisti disoccupati ne fecero la loro casa e il loro atelier condiviso rivitalizzando non solo lo stabile, ma l’intera area. Oggi, il Vooruit è tornato a prosperare offrendo una sala concerti, un cinema e un bar che d’estate si amplia nella frequentatissima terrazza.

2017-02-13_12-02-12
Dettaglio del Palazzo Vooruit (Foto: Looking fr Europe)

9.La Torre dei Libri

Attenzione! La torre è in ristrutturazione sino al 2018. La Torre dei Libri (1936) è il quarto edificio più alto della città e ospita la biblioteca universitaria di Gand. Alta 64 metri, la torre è distribuita su 24 piani di cui quattro sono sotterranei. Diventata il simbolo dell’università locale, la torre fu realizzata seguendo il progetto del famoso architetto modernista Herry Van de Velde (1863 – 1957) che non dimenticò di inserire nella sommità quattro propizie terrazze panoramiche.

2017-02-13_12-58-11-01.jpeg
La Boekentoren, Torre dei Libri di Gand (Foto: CC, autore: Penn State University Libr)

10.Sreet Art: il Concrete Canvass Tour

Gand è una città aperta e creativa e le numerosissime opere di street art testimoniano questa vocazione. Chi la visita, non può che rimanere colpito dai numerosi interventi che rendono la città delle Fiandre una delle capitali mondiali dell’arte di strada. Gli artisti più apprezzati? ROA, Bué the Warrior,  Strook, Mr. Leenknecht, Steve Locatelli, Chase e Smates. Come vedere le opere più interessati? Semplice, basterà seguire il percorso indicato nella mappa Concrete Canvass Tour che potete scaricare seguendo questo link.

2017-02-13_12-05-49
Street Art a Gand (Foto: CC, autore: Looking for Europe)

Prima di dedicarvi alla street art, tuttavia, non dimenticate di entrare nella Cattedrale di San Bavone (Sint-Baafskathedraal) per ammirare lo straordinario Polittico dell’Agnello Mistico: un’opera monumentale realizzata dai pittori fiamminghi Jan e Hubert van Eyck nel 1432. Si tratta di un’opera ricca di mistero e di fascino e annoverata tra i capolavori artistici più importanti al mondo …

11.MSK e SMAK

L’arte, a Gand, ha due dimore privilegiate: il museo d’arte antica e moderna MSK e la galleria d’arte contemporanea SMAK. Posti uno accanto all’altro, entrambi meritano una visita. Hieronymus Bosch, Auguste Rodin, James Ensor, Ludwig Kirchner, René Magritte sono solo alcuni dei principali artisti ospitati nella invidiabile collezione stabile del MSK.  Da scoprire, inoltre, i meravigliosi ritratti dell’artista locale Théo van Rysselberghe (1862 – 1926) e quelli del connazionale Leon Spilliaert (1881 – 1946). La galleria SMAK è la più frequentata in una città che dedica molta attenzione all’arte e alla creatività: prima di entrare controllate le mostre in corso seguendo questo link.

2017-02-13_12-09-18
Presso il museo SMK (Foto: Looking for Europe)

12.Il palazzo schizofrenico

Il Municipio di Gand (Botemarkt 1) è uno splendido esempio di architettura tardo gotica, ma è anche uno splendido esempio di architettura rinascimentale italiana. Ma insomma! Si può sapere di quale stile è uno splendido esempio? Entrambi … L’edificio, infatti, ha una doppia natura poiché sotto lo stesso tetto convivono da quasi quattro secoli i due stili che sono decisamente alternativi. Nell’ala rinascimentale, inoltre, le numerose colonne e pilastri sono in stile ionico, dorico e corinzio dimostrando ancora una volta una certa indecisione da parte dei progettisti …

7378704182_a813c332e2_z
Il Palazzo del Municipio di Gand (Foto: CC, autore: Jeff and Neda Fields)

Poco tempo dopo il recente, costosissimo e minuzioso restauro, sfogliando un antico e impolverato libro, qualcuno ha notato che in antichità, le grondaie del palazzo erano di colore bianco e blu. Senza perdersi d’animo, i restauratori sono tornati al lavoro consegnando nuovamente alla città le sue storiche grondaie in versione “lecca-lecca” …

13.Visserij

Stanchi? Uscite dal centro storico raggiungendo la Julius de Vigneplein e fate una sosta nelle panchine poste sul ponte che attraversa la confluenza dello Scheda con il fiume Lys. Siete nel porticciolo di Portus Ganda (Ganda significa confluenza) dove, di sera, si può godere di un magnifico tramonto in un’area tranquilla e non turistica. Attraversato il ponte, potete fare due passi nel piacevole quartiere Visserij, oppure un invidiabile picnic nel pacifico e, credetemi, molto ben frequentato parco di Coyendanspark.

2017-02-13_12-10-45
Lungo il ponte del Portus Ganda (Foto: Looking for Europe)

14.Il culto dell’ostello

A Gand, gli ostelli sono una vera e propria istituzione e alcuni sono così belli che si dovrebbe poterli visitare. Economici e non molto frequentati, la città è per lo più visitata in giornata come “gita fuori porta” da Bruxelles, offrono molto più di semplici stanze, ma vere e proprie esperienze. Tra più interessanti c’è il Backstay Hostel che è inserito all’interno di un magnifico edificio art nouveau; il centralissimo Hostel Uppelink e quello più arty di tutti, il KaBa Hostel dove ciascuna stanza è stata decorata da un artista locale.

2017-02-13_12-12-25
Presso il magnifico KaBa Hostel di Gand (Foto: Looking for Europe)

15.Gand in bicicletta

L’ambizione di Gand è quella di riuscire a superare la città olandese di Utrecht in fatto di primato nell’utilizzo della bicicletta. Per questa ragione è stato attuato un ciclopico intervento per rendere le strade della città ovunque bike friendly. Se il vostro soggiorno durerà più della tradizionale capatina giornaliera, vi suggerisco di visitare i dintorni del centro storico (magari compiendo proprio il tragitto per ciclisti del Concrete Canvass Tour) muovendovi in sicurezza e in liberà sulle due ruote. Seguite questo link per scoprire dove potrete affittare la vostra bicicletta (prezzo medio, euro 9,00/giorno).

20160816_111539
Biciclette a Gand (Foto: Looking or Europe)

Shopping? Ma avete ancora soldi da spendere? Ah, ok, avete risparmiato sul biglietto d’ingresso al Castello dei Conti di Fiandra (Gravensteen) e pranzato con solo una porzione di patatine fritte (le avete almeno comprate da Frituur Jozef in Vrijdag Markt?). In città, devo avvisarvi, non ci sono negozi particolarmente attraenti … Vi consigliamo comunque di entrare nel centralissimo English Book Shop (Ajuinlei 15) dove troverete sicuramente qualcosa di interessante e a un prezzo stracciato. Facendo qualche passo in più, potete raggiungere il negozio d’abiti Paleis (Lange Violettestraat 62) che propone le più ambite marche nazionali. Accanto al palazzo Vooruit, trovate il Music Mania specializzato nella vendita di dischi (a poca distanza trovate anche il più tradizionale Vynilla Record Shop).

Annunci

8 thoughts on “Gand, Belgio – 15 cose curiose da vedere in città

    1. si si è una città curiosa che, tuttavia, viene sempre messa da parte perché tutti se ne vanno a Bruges … ma a Bruges non c’è neppure un edificio brutalista! Mah, i turisti, a volte, non li capisco …

      Mi piace

    1. ma infatti, il Belgio è una destinazione che, chissà perché, non viene mai in mente … eppure tra Anversa, Bruges, Gand, Bruxelles ecc. ne avrebbe da offrire … forse perché le sue città sono simili a quelle italiane, mentre la vicina Olanda, ad esempio, è “un’altra cosa” … mah … grazie della visita!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...