10 curiosi monumenti europei

Vedrete un enorme pollice, un mangiatore di bambini, una moltitudine di corpi che formano una miserevole colonna, un operaio malandrino e persino Lucifero in persona. I monumenti, non solo ci ricordano gli eventi e i personaggi della storia, ma anche quanto siano infinite le vie della creatività umana. Eccone alcuni tra i più sensazionali, curiosi e insoliti disposti nelle città europee…

1 Kindlifresserbrunnen – Berna, Svizzera

La piazza Kornhausplatz di Berna, in Svizzera, ospita una statua decisamente grottesca: la Kindlifresserbrunnen (fontana del mangiatore di bambini). Si tratta di un monumento che ha la forma di un orco mentre divora un bambino (ma ne tiene altri nel sacco per proseguire il suo lauto banchetto…). L’opera risale alla metà del XVI Secolo e fu realizzata da un certo Hans Gieng. La domanda che sorge spontanea guardandolo è “perché?”. Due sono le teorie: la prima si riferisce alla cosiddetta accusa del sangue: una odiosa, ma diffusa antica credenza antisemita, secondo la quale i riti ebraici implicavano l’uccisione di bambini. L’orco, pertanto, sarebbe un ebreo… L’altra, invece, vuole il mangiatore di bambini rappresentare un semplice (ma efficace) monito per i piccoli disobbedienti…

Baby eater

2 Passio Musicae – Helsinki, Finlandia

Il monumento Passio musicae dedicato al compositore finlandese Jean Sibelius (1865 – 1957) è un opera concettuale, un po’ fuorviante, ma pur sempre concettuale. Conosciuto anche come Sibelius-monumentti, è stato eretto nel 1967 a Helsinki nel Parco Sibelius  per opera della scultrice finlandese Eila Hiltunen. A comporlo sono 600 tubi saldati insieme che richiamano le canne di un fluttuante e onirico organo da chiesa. I tubi sono decorati con numerose e fantasiose soluzioni e sono realizzati in pregevole acciaio finlandese. Sibelius non è mai stato un compositore per organo (salvo alcuni brani minori), ma il concetto, in qualche modo, è stato ugualmente espresso…

monumento a sibelius di helsinki
Il Monumento Passio Musicae di Helsinki (Foto: CC, Rob Hurson)

3 L. O. V. E. – Milano, Italia

Il mondo si divide in due, chi ama Maurizio Cattelan e chi lo odia. I primi, giunti in piazza degli Affari a Milano, si fanno due risatine, gli altri no. Proprio davanti alla sede della borsa finanziaria del capoluogo lombardo, infatti, è disposta una statua decisamente provocatoria il cui titolo è L.O.V.E. acronimo di Libertà Odio Vendetta Eternità. La statua rappresenta una mano con le dita mozzate a esclusione del dito medio che rimane ben eretto. Il significato? Multiplo: quello ufficiale è una ben congegnata beffa al saluto romano di fascista memoria, quello non ufficiale lo possiamo evincere dalla posizione della statua… La scultura alta 11 metri è stata cortesemente donata alla città di Milano dal simpatico artista veneto con la promessa di non rimuoverla dalla attuale posizione privilegiata.

statue strane in europa
L.O.V.E. di Maurizio Cattelan (Foto: CC, Juan Llanos)

4 Denkpartner – Stoccarda, Germania

Stoccarda è riccamente arredata con statue di ogni genere e epoca, una, tuttavia, si fa notare in particolar modo. Si tratta del “compagno pensatore” o Denkparner e si trova presso la centrale Börsenplatz (di nuovo a due passi da una borsa finanziaria). Difficile capire di che cosa sta cogitando questo personaggio rappresentato tramite l’originale soluzione del volto tenuto “in piedi” dalle due braccia. Molto probabilmente si starà occupando di complesse questioni finanziarie: avrà forse in portafoglio dei derivati dalla imperscrutabile composizione? La scultura in bronzo è stata realizzata da un certo Hans-Jörg Limbach nel 1980…

20160618_162130

5 Le Pouce de Cesar – Parigi, Francia

A Parigi, presso il quartiere La Defence, vicino al post-moderno Grande Arche de la Defense, un’enorme scultura in ferro alta 12 metri omaggia la ragione della superiorità antropologica: il dito opponibile prensile. Forse non “la” ragione, ma certamente tra le prime e, pertanto, più che meritevole di una esplicita celebrazione. L’opera consiste in un enorme pollice che si innalza verticale e che è stato riprodotto in modo iperrealistico così come lo ideò lo scultore César Baldaccini che usò come modello proprio il suo dito opponibile. La scultura di Parigi è solo una delle molte riproduzioni del medesimo soggetto che trovate anche, tra le altre, a Marsiglia, Coblenza e Seul…

monumento al dito pollice
Il monumento La Pouce di Parigi (Foto: CC, Matthew Kenwrick)

6 El Ángel caído – Madrid, Spagna

Quante sono nel mondo le statue che rappresentano Lucifero? Una. Si, non più di una, salvo includere demoni e demonietti vari, ma il capo della malvagia e infernale compagnia ha ispirato una sola scultura che potete trovare nel Parque del Retiro di Madrid. L’opera, peraltro di notevole bellezza, si intitola La fontana dell’Angelo Caduto (in spagnolo Fuente del Ángel Caído) e fu realizzata nel 1874 dallo scultore Ricardo Bellver. Dannatamente curioso il fatto che l’altezza topografica alla quale è collocata la statua sia di 666 metri sul livello del mare…

monumenti strani, curiosi, insoliti
La statua El Ángel caído (Foto: CCJose Antonio Navas)

7 Monolitten – Oslo, Norvegia

A Olso, nel parco pubblico di Frogner (in norvegese: Frognerparken) sono esposte ben 212 statue realizzate in bronzo e in granito dal norvegese Gustav Vigeland (1869 – 1943), il più famoso scultore del paese nordico. Tra tutte, spicca il Monolite (Monolitten) che, alto 17 metri, raffigura ben 121 persone immobilizzate nella loro lotta per raggiungere la cima della scultura. Ricavata da un unico blocco di granito, l’opera è decisamente suggestiva e invita a interessanti possibili attribuzioni di significato. Evocazione delle antiche colonne imperiali romane, il Monolite è certamente un’opera insolita e dal 1943, fa riflettere i norvegesi e i turisti che la raggiungono sul significato della vita…

monumenti insoliti
Il Monolite dello scultore norvegese Gustav Vigeland (Foto: CC, Silvain de Munck)

8 Parabola con teschio – Praga, Repubblica Ceca

Un uomo in posizione sottomessa e disperata se ne sta immobile e avvinto mentre un enorme teschio lo sormonta: questo il soggetto della scultura Parabola con teschio posta nei pressi del Castello di Praga e realizzata nel 1992 dallo scultore praghese Jaroslav Róna (1957). Comunque la pensiate, la statua è fortemente simbolica e si ispira agli straordinari scritti del più illustre cittadino della capitale, l’immenso Franz Kafka i cui personaggi sono spesso letteralmente schiacciati da angosciosi pensieri. Il troppo pensare, infatti, fa male e chi si imbatte nella originale scultura ne troverà una cupa conferma “artistica”…

monumenti strani, bizzarri, insoliti
Parabola con teschio (Foto: CC, Chris Devers)

9 Čumil – Bratislava, Slovacchia

Un paparazzo, un placido soldato napoleonico e Čumil, un simpatico operatore fognatura (si dice così?), sono solo alcune delle insolite statue che popolano le vie del centro della capitale slovacca. L’ultima, in particolare, è diventata una delle attrazioni più ambite della città poiché, come è da subito chiaro per chi vi incappa, Čumil è lì nell’intento malandrino di sbirciare da sotto le gonne delle passanti. La statua in bronzo è stata realizzata dallo scultore Viktor Hulík nel 1997 e per ben due volte è stata ristrutturata poiché colpita e decapitata per errore da automobilisti poco avveduti (adesso c’è un cartello ben visibile)…

20161228_102821

I bambini della Žižkov Tower – Praga, Repubblica Cecca

La Torre della Televisione di Žižkov, a Praga, raggiunge la ragguardevole altezza di 216 metri e rappresenta uno dei rari esempi europei di architettura high-tech (nello stesso stile fu realizzato l’edificio parigino del Centre Pompidou). Dal 2001, tuttavia, ciò che maggiormente la caratterizza è la presenza di dieci bambini giganti che si stanno letteralmente inerpicando lungo le sue vertiginose pareti curve. Immobilizzati mentre risalgono a carponi gli alti piloni, i bambini (miminka in ceco) sono stati realizzati in fibra di vetro dallo scultore David Černý per diventare un’installazione temporanea. Il successo dell’operazione presso turisti e praghesi, tuttavia, ha reso permanente l’originale decorazione. Senza faccia e sproporzionati, i dieci piccoli (ma della lunghezza di tre metri) un po’ divertono e un po’ inquietano…

Monumenti insoliti, eccentrici, strani, bizzarri
I bambini della Žižkov Television Tower (Foto: CC, Suzanne Hamilton)

Quelli presentati sono solo alcuni del molti monumenti straordinari, insoliti, curiosi e bizzarri che popolano le nostre città. Altri saranno a breve pubblicati, ma non sarà in alcun modo possibile elencarli tutti… I percorsi della creatività umana, infatti, sono infiniti e la voglia di giocare, sorprendere e rendere piacevoli e curiosi i contesti urbani si sta manifestando in modo sempre più diffuso…

Annunci

11 thoughts on “10 curiosi monumenti europei

  1. Articolo molto interessante! Tra questi ho visto solo Lucifero (curioso sì che si trovi a 666 metri), il caro vecchio Čumil e le statue di Praga. Concordo che i bambini sulla torre siano inquietanti, ma la costruzione è così antiestetica nel panorama cittadino che almeno la vivacizzano un po’…
    Comunque Praga è piena di statue curiose, nella quasi totalità opera di Černý. Se questa estate ho tempo, me le vado a cercare una ad una.
    Buona giornata!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...