La Altura di Matilde di Darmstadt

Siamo in Germania dove raggiungiamo Darmstadt una città dell’Assia solo all’apparenza poco attraente poiché ospita due mete sensazionali di grande interesse. Una è la Waldspirale, l’eccentrico complesso residenziale che porta la firma dell’austriaco Hundertwasser, l’altra è la Mathildenhöhe, un insieme di costruzioni progettate e abitate da un gruppo di architetti e artisti dello Jugendstil che a Darmstadt si raccolsero in una colonia creativa: la Künstlerkolonie. Raggiungete insieme a noi questa seconda meta per scoprire un vero e proprio tesoro architettonico…

Una veloce premessa…

Prima di inoltrarci lungo le vie poste sul rilievo naturale della Mathildenhöhe (Altura di Matilde), vi introduco allo stile degli edificati che vi troveremo. La modernità architettonica risale agli ultimi anni dell’Ottocento con la nascita del movimento la cui più nota denominazione è in francese e corrisponde all’espressione Art Nouveau. “Nouveau” poiché l’elemento “novità” fu dominante: novità nelle forme, nei materiali (il calcestruzzo armato ad esempio) e nelle funzioni. Lo stile attraversò con straordinaria rapidità i confini delle nazioni e degli imperi: in Italia diventò stile floreale o stile Liberty, nell’impero austro-ungarico Sezessionstil, in Inghilterra Modern Style o Studio Style, in Russia Modern e in Spagna Modernismo. Arrivò anche in Germania diventando lo Jugendstil che trovò a Darmstadt un formidabile centro di ricerca e sviluppo. Testimonianza dell’esperienza sono le architetture tutt’oggi presenti in quello che potremmo definire un “villaggio-atelier” e che porta il nome di Mathildenhöhe.

La Altura di Matilde in breve

La Altura di Matilde origina dalla fondazione della Colonia degli Artisti di Darmstadt voluta nel 1899 dal Granduca Ernesto Ludovico d’Assia (1868 – 1937). L’obiettivo era quello di stimolare la fioritura delle arti e dell’architettura nell’Assia attraverso la raccolta di alcuni esponenti del Sezessionstil Viennese e dello Jugendstil tedesco. Agli artisti il compito di progettare un insediamento espressione delle più moderne idee funzionali ed estetiche dando concretezza ad architetture libere e moderne. I risultati furono esibiti nell’ambito di quattro esposizioni che ebbero luogo tra il 1901 e il 1914 con il comune titolo Un documento dell’arte tedesca. Tra i ventitré progettisti coinvolti troviamo Peter Behrens e Joseph Maria Olbrich entrambi di grande fama e autori di memorabili progetti a partire da quelli eretti nella Altura di Matilde. La prima esposizione ebbe grande successo, ma si risolse anche in una debacle finanziaria che segnò il successivo lento declino del progetto. La denominazione dell’area è in omaggio alla principessa Mathilde di Baviera (moglie di Luigi III d’Assia).

Visitare la Mathildenhöhe di Darmstadt

Le case dei “coloni”, il Palazzo delle Esposizioni e il piccolo museo Museum Kunstlerkolonie Matildenhohe costituiscono i principali punti di interesse del quartiere. Agevolmente percorribile a piedi, la “colonia” è posta nella cima di un modesto rilievo naturale e trova il suo centro nell’ampio piazzale di fronte al Palazzo delle Esposizioni (attualmente chiuso). Le case di maggior interesse si trovano lungo Alexandraweg e Matildenhohweg che scendono a sud dal piazzale. Ecco le principali mete nella Altura di Matilde…

Casa Behrens

Tra gli edifici, di notevole interesse è la Casa Behrens che fu il primo progetto architettonico di Peter Behrens divenuto uno dei massimi progettisti dell’epoca (sua la seminale Fabbrica delle Turbine AEG di Berlino). La casa è distribuita su due piani e un seminterrato e si caratterizza per gli alti timpani ricurvi nei lati nord e ovest che le conferiscono, insieme alla pendenza accentuata delle falde del tetto, un carattere fiabesco e sacrale. L’abbinamento dei mattoni rosso-marrone alle ceramiche di colore verde e alle superfici bianchissime delle pareti in gesso costituì una delle innovazioni più ammirate e tutt’oggi di grande suggestione. Behrens si occupò anche degli arredi che furono esibiti al pubblico durante l’esposizione del 1901 per cui la casa fu inaugurata. Behrens non ci abitò mai scegliendo piuttosto di venderla poco dopo la mostra. La casa è stata fortemente danneggiata durante la Seconda Guerra Mondiale e ne sono stati ristrutturati esclusivamente, ma in modo impeccabile, gli esterni.

casa behrens germania
la Casa Behrens presso la Colonia degli Artisti di Mathildenhöhe a Darmstadt | © looking for europe
altura di matilde casa behrens
la Casa Behrens presso la Colonia degli Artisti di Mathildenhöhe a Darmstadt | © looking for europe
casa behrens matildenhohe
la Casa Behrens presso la Colonia degli Artisti di Mathildenhöhe a Darmstadt | © looking for europe

Casa di Wilhelm Deiters

Anch’essa realizzata nel 1901, la Casa di Wilhelm Deiters fu progettata dall’artista austro-ungarico Joseph Maria Olbrich (autore, tra le altre, dell’iconico Palazzo della Secessione di Vienna) per ospitare Wilhelm Deiters, il manager della colonia degli artisti. Si tratta della casa più piccola tra le otto abitazioni della “altura” la cui forma e orientamento dipendono dalla collocazione dell’edificio all’intersezione tra due strade. A caratterizzarla è la sua composizione libera, asimmetrica, ma armoniosa. L’abitazione è connotata dalle “moderne” pareti bianchissime e dalla presenza di un tetto esagonale fiancheggiato da fiabesche torrette circolari nella cui sommità troviamo un giocoso decoro scultoreo a forma di coda di castoro. Di particolare interesse le finestre di diversa forma e dimensione distribuite in modo asimmetrico sui quattro lati dell’edificio che ci lasciano interpretare l’organizzazione interna della casa. La guerra lasciò indenne l’edificio che durante gli anni novanta è stato riportato al suo antico splendore.

presso la Colonia degli Artisti di Mathildenhöhe a Darmstadt
La di Wilhelm Deiters presso la Colonia degli Artisti di Mathildenhöhe a Darmstadt | © looking for europe

La Ernst Ludwig Haus

Sorta come edificio atelier, la Ernst Ludwig Haus venne inaugurata nel 1901 come centro espositivo principale della prima mostra della colonia degli artisti di Darmstadt e per questa ragione fu collocata nella sommità della collina. Il suo progettista fu nuovamente Joseph Maria Olbrich che ha disegnato un’architettura lineare e ingegnosa caratterizzata da forme chiare e dal magnifico portale monumentale a forma di “omega”, unico elemento riccamente decorato. In origine, il foyer centrale e la galleria della musica venivano impiegati per le feste e le riunioni, mentre le ali a quattro compartimenti ospitavano gli studi degli artisti. Nel seminterrato c’erano due appartamenti. Il portale è fiancheggiato da due sculture opera di Ludwig Habich (uno dei membri della colonia) che rappresentano la forza e la bellezza. Andata distrutta dai bombardamenti alleati del 1944, la Ernst Ludwig Haus fu ricostruita nel 1990 seguendo il progetto originale. Oggi ospita il museo della colonia…

jugendstil in germania
Il portale monumentale della Ernst Ludwig Haus | © looking for europe

Il Museum Kunstlerkolonie Matildenhohe

Con ingresso posto nel retro della Ernst Ludwig Haus, il Museum Kunstlerkolonie documenta la storia della colonia negli anni 1899-1914 con una panoramica della produzione artistica dell’epoca e dei suoi rappresentanti mediante mobili, arredi, opere in vetro e ceramica, tessuti, prodotti di oreficeria e grafica, dipinti, sculture e modelli architettonici. Il museo si articola in uno spazio raccolto, ma ottimamente organizzato. Prezioso e suggestivo ci introduce non solo alle realizzazioni dei ventitré artisti della colonia, ma anche al clima creativo sviluppatosi attorno ad essi. Oltre a quanto esposto, il museo ci permette di entrare nell’edificio che Joseph Maria Olbrich ha concepito e che, tra le altre, si qualifica per una invidiabile illuminazione naturale

dintorni di francoforte cosa visitare
Presso il museo della Colonia degli Artisti di Darmstadt | © looking for europe
jugenstil in germania
Presso il Museo della Colonia di Artisti di Darmstadt | © looking for europe
jugendstil in germania
Presso il Museo della Colonia di Artisti di Darmstadt | © looking for europe
casa behrens a damrstadt
I modelli delle architetture della Altura di Matilde presso il Museo della Colonia di Darmstadt | © looking for europe

Il Palazzo delle Esposizioni e la Hochzeitsturm

Completato nel 1808 in occasione della terza esposizione della Colonia di Darmstadt, il Palazzo delle esposizioni e la adiacente torre Hochzeitsturm (Torre del matrimonio) furono anch’essi progettati da Joseph Maria Olbrich. L’ampio complesso fu eretto con la funzione di luogo di incontro per gli artisti e come spazio espositivo dedicato alle loro opere. Costruito in calcestruzzo armato coperto in intonaco grigio chiaro, l’edificio è connotato da un disegno asimmetrico articolato in quattro volumi che comprendono un edificio d’ingresso centrale con tetto a tenda e il padiglione delle scale a cui si collega un’ampia superficie terrazzata.

visitare i dintorni di francoforte
Il portale di ingresso della Torre delle Nozze di Darmstadt | © looking for europe

Accanto al Palazzo troviamo la troneggiante Torre del Matrimonio il cui nome è in omaggio alle nozze celebrate tra il granduca Granduca Ernesto Ludovico d’Assia e la Principessa Eleonora del Solms-Hohensolms-Lich. La torre è alta 50 metri con 209 gradini che conducono alla piattaforma panoramica. Al suo interno erano disposte la camera del Granduca (quarto piano) e della gran duchessa (quinto piano). A caratterizzarla è la copertura in mattoni rosso-marrone e il tetto merlato. La torre è arricchita con una scultura a rilievo posta sopra il portale di ingresso, con gli stemmi delle due casate, numerosi mosaici e un grande orologio placcato in oro posto nel lato nord.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...