Biennale Architettura di Venezia 2020: 10 cose da sapere per chi ci andrà per la prima volta

Posticipata l’inaugurazione al 29 agosto, la 17° Biennale Architettura di Venezia resta aperta sino al 29 novembre 2020. Al solito, l’appuntamento è molto atteso dagli architetti e da tutti gli appassionati di architettura. Quest’anno il tema è di grande interesse e lungimiranza e si riassume nella formula How will we live toghether ossia, come l’architettura può “immaginare spazi nei quali possiamo vivere generosamente insieme”. Se non avete mai visitato la Biennale Architettura, scoprite tutto quello che c’è da sapere sull’evento veneziano…

cosa vedere alla biennale architettura 2018 di venezia
Biennale Architettura di Venezia 2018, il Padiglione Centrale presso i Giardini della Biennale | @ looking for europe 2018

1 Quali sono le sedi della Biennale Architettura di Venezia?

Due sono le principali sedi espositive dell’evento: i Giardini della Biennale e l’Arsenale. I Giardini della Biennale sono posti in prossimità dell’Isola di Sant’Elena nell’estremità nord della città. Sede della Biennale già dalla prima edizione, l’area espositiva è articolata in 29 padiglioni nazionali e nell’ex padiglione Italia (ora Padiglione Centrale) dove si tiene la mostra dei progetti in concorso. L’Arsenale ospitava i cantieri, le officine e i depositi dove si costruivano le flotte della Serenissima. Concesso nel 1999 in uso alla Biennale dalla Marina Militare, la sua immensa superficie (50.000 metri), viene regolarmente impiegata per ospitare la mostra collettiva (nell’area delle ex corderie) e alcuni padiglioni nazionali (tra questi anche quello italiano).

cosa visitare alla biennale architettura 2018
Biennale Architettura 2018, presso il Padiglione Germania | @ looking for europe 2018

2 Gli eventi collaterali della Biennale Architettura di Venezia

Oltre alle sedi ufficiali, la Biennale Architettura di Venezia ospita decine di eventi collaterali che si tengono all’interno di palazzi, scuole, chiese o appartamenti. La maggior parte delle sedi sono annualmente confermate per entrambe le Biennali (arte e architettura), altre sono impiegate occasionalmente e straordinariamente. Alcune accolgono ulteriori padiglioni nazionali, altre eventi speciali. Per individuarle potrete far riferimento al sito ufficiale della Biennale oppure seguire le indicazioni della mappa cartacea fornita gratuitamente ma solo all’interno dei Giardini della Biennale e dell’Arsenale. Oltre agli eventi ufficiali ve ne sono numerosi di concomitanti, ma non inseriti nel programma della Biennale e che potete individuare con facilità nelle mappe distribuite in città.

Biennale di Architettura 2016, presso il Padiglione Brasile

3 In quanto tempo si visita la Biennale Architettura di Venezia e quali sono gli orari e giorni di apertura?

Una visita sufficientemente approfondita si realizza in tre giornate. La prima dedicata ai Giardini della Biennale, la seconda all’Arsenale e la terza agli eventi collaterali. Se avete a disposizione una sola giornata, vi suggeriamo di dedicarvi esclusivamente a questi ultimi che sono gratuiti oppure, ai soli Giardini della Biennale dove già i padiglioni nazionali sono di grande interesse. Le sedi della Biennale sono chiuse i lunedì con l’eccezione per i lunedì del 25 maggio e del 23 novembre. Le mostre aprono alle 10:00 e chiudono alle 18:00.

Biennale di Architettura 2016, il progetto Lightscapes di Transsolar e Anja Thierfelder

4 I padiglioni nazionali, icone dell’architettura moderna

I padiglioni nazionali presso i Giardini sono 29 e rappresentano essi stessi un’ottima ragione per visitare la Biennale. Edificati nel corso di quasi un secolo, il primo venne eretto nel 1907 (il padiglione Belgio) e l’ultimo nel 1995 (il padiglione Corea). Alcuni sono stati aggiornati alle mutevoli tendenze architettoniche: gli ultimi interventi risalgono al 2015 con la riedificazione del Padiglione Australia e al 2018 con l’ammodernamento del Padiglione Canada. La ristrutturazione più citata è quella del Padiglione Germania che nel 1938 adattò l’edificio alle linee guida dell’architettura nazionalsocialista. Molti progettisti sono di fama mondiale: qualche nome? G. T. Rietveld si occupò della riedificazione del Padiglione Olanda, Josef Hoffmann progettò il Padiglione Austria, Alvar Aalto il minuto Padiglione Finlandia, James Stirling l’edificio che ospita la libreria principale e l’italiano Carlo Scarpa il padiglione Venezuela…

biennale di architettura di venezia cosa sapere
Particolare del Padiglione dei Paesi Nordici presso i Giardini della Biennale

5 Quanto costa visitare la Biennale di Architettura di Venezia e dove si acquista il biglietto?

Il biglietto costa 25,00 euro e consente un ingresso ai Giardini della Biennale e un ingresso all’Arsenale. Gli ingressi possono avvenire anche in giorni non consecutivi (es. primo ingresso a giugno e secondo ingresso a settembre). Per gli eventi collaterali facenti parte del programma ufficiale della manifestazione, l’ingresso è gratuito. Potete acquistare il biglietto all’ingresso dei Giardini e dell’Arsenale oppure online. Acquistando il biglietto online entro il 30/04/2020 avrete uno sconto e lo comprerete al prezzo di 21,50 euro. Successivamente, lo sconto per l’acquisto online sarà di 1,50 euro (per maggiori info cliccate qui). Non sarà necessario stampare il biglietto, sarà sufficiente mostrare il relativo QR code dal vostro smartphone.

Biennale d’Architettura 2016, la piscina realizzata presso il Padiglione Australia

6 Si tratta di una manifestazione per operatori?

Il pubblico della Biennale Architettura di Venezia è sempre più nutrito coinvolgendo non solo specialisti, ma anche semplici appassionati e curiosi (nel 2018 è stata visitata da 275.000 persone). La mostra è per lo più di semplificata lettura e saldamente ancorata a temi di grande attualità che coinvolgono tutti, architetti e non architetti. Alcune presentazioni sono di grande impatto scenico, altre sono più tecniche, ma il corredo didascalico è ben realizzato e consente una agevole introduzione a quanto presentato.

cosa visitare nella biennale architettura 2018 di venezia
Biennale Architettura 2018, il Padiglione Finlandia

7 Dove mangiare alla Biennale di Venezia?

La scelta più vantaggiosa è quella di prepararsi un frugale picnic. Potrete poi avvantaggiarvi di uno dei bar (ne trovate sia ai Giardini che all’Arsenale) per un semplice caffè o una bibita. Contrariamente a quanto regolato per i campi e le calli della città di Venezia, negli spazi all’aperto delle sedi della Biennale è possibile sostare per mangiare quanto portato da casa. Non sarete i soli poiché, con i tempi che corrono, il picnic è diventato una prassi ampiamente consolidata…

Biennale Architettura 2016, presso il Padiglione Giappone

8 Come raggiungere le sedi della Biennale e in quanto tempo si raggiungono dalla stazione?

I Giardini della Biennale si raggiungono a piedi dalla stazione dei treni in poco più di un’ora di camminata. L’Arsenale è posto lungo il tragitto e sarà raggiungibile in poco meno di un’ora. L’altra soluzione è il traghetto che è sempre affollatissimo e per una singola tratta costa 7,50 euro. Per la sola andata, tuttavia, ve lo suggeriamo poiché visitare le mostre stanca e aggiungere la lunga camminata dalla stazione ai Giardini o all’Arsenale rischia di trasformare la visita in un vero e proprio tour de force. Il percorso in traghetto, considerando le attese, richiederà circa un’ora.

Installazione presso l’ex Padiglione Italia (ora Padiglione Centrale) durante la Biennale Architettura 2016

9 Quando conviene visitare la Biennale Architettura?

Nel 2020, a causa dell’emergenza Covid-19, la mostra inizia il 29 agosto e termina il 29 novembre. Dura tre mesi offrendovi l’opportunità di scegliere il momento e l’occasione più adatti per andarci. Secondo la nostra esperienza, il periodo migliore per visitarla è durante le prime giornate di apertura: la mostra è appena iniziata, c’è ancora una certa euforia e tutti i padiglioni sono freschi di vernissage e ben assortiti con i materiali informativi tradizionalmente offerti ai visitatori. Nelle prime settimane, inoltre, la Biennale non è presa d’assedio dai visitatori.

Biennale Architettura 2016, presso il Padiglione Australia

10 Cosa portare con sé

Non dimenticate di portare con voi macchina fotografica, pranzo al sacco e borsa di tela o zainetto per raccogliere le molte pubblicazioni, cartoline e poster distribuiti gratuitamente. In tutte le sale della Biennale è consentito fare fotografie o filmare le opere. In merito all’abbigliamento, scegliete pure un outfit arty, ma non rinunciate a scarpe comode…

Esposizione presso l’Arsenale durante la Biennale di Architettura 2016

2 risposte a "Biennale Architettura di Venezia 2020: 10 cose da sapere per chi ci andrà per la prima volta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...