La Altura di Matilde di Darmstadt

Siamo in Germania dove raggiungiamo Darmstadt una città dell’Assia solo all’apparenza poco attraente poiché ospita due mete sensazionali di grande interesse. Una è la Waldspirale, l’eccentrico complesso residenziale che porta la firma dell’austriaco Hundertwasser, l’altra è la Mathildenhöhe, un insieme di costruzioni progettate e abitate da un gruppo di architetti e artisti dello Jugendstil che a Darmstadt si raccolsero in una colonia creativa: la Künstlerkolonie. Raggiungete insieme a noi questa seconda meta per scoprire un vero e proprio tesoro architettonico…

Continua a leggere

Annunci

Biennale d’Arte di Venezia 2019: 10 cose da sapere per chi ci andrà per la prima volta

L’11 maggio di quest’anno inaugura la 58° Biennale d’Arte di Venezia. Al solito, l’appuntamento è attesissimo dagli appassionati d’arte di tutto il mondo che aspettano impazienti l’evento veneziano per poter nuovamente frequentare le sue straordinarie sedi espositive e conoscere da vicino le proposte artistiche presentate. Ecco qualche informazione utile per chi andrà alla Biennale per la prima volta…

Continua a leggere

La Waldspirale di Hundertwasser

Da anni coltiviamo una vera e propria passione per il lavoro del simpatico artista, ecologista e architetto austriaco Friedensreich Hundertwasser (1928 – 2000). Come accade a molti anche noi abbiamo conosciuto Hundertwasser a Vienna visitando la Hundertwasserhaus, gli adiacenti Museum Hundertwasser e Hundertwasser Village e il troneggiante Inceneritore di Spittelau. In seguito, abbiamo avuto l’occasione di raggiungere altri edifici che hanno visto il suo intervento come quello di Darmstadt in Germania. Conoscetelo insieme a noi leggendo oltre…

Continua a leggere

Ciò che rimane dell’architettura nazista

architetture naziste

Tra il 1933 e il 1945, nei territori del Terzo Reich sorsero architetture fortemente ispirate ai valori, ai principi e agli intenti propagandistici espressi dalla dirigenza del partito nazionalsocialista. A queste si accompagnarono opere rispondenti a impellenti necessità di carattere bellico (ad esempio, le opere difensive) e importanti interventi a carattere infrastrutturale (a partire dalle autostrade). Non mancarono, infine, architetture funzionali allo sviluppo del famigerato sistema concentrazionario. Molti progetti restarono sulla carta. Di quelli realizzati, molti furono abbattuti dai bombardamenti alleati o demoliti nel corso di successivi interventi di riassetto urbano. L’eredità architettonica del regime, tuttavia, è ancora in parte presente ed è oggetto tanto di imbarazzo, quanto di attenzione. Vediamo alcuni tra gli edifici eretti durante gli anni del nazionalsocialismo tutt’oggi visitabili…

Continua a leggere

8 grandi memoriali di guerra europei

In Europa sono migliaia i memoriali che commemorano gli eventi e le vittime delle grandi guerre. Tra questi, alcuni hanno dimensioni iperboliche diventando maestosi seppur irrimediabilmente rigidi e severi. Non solo monito per le future generazioni, ma anche espressione delle più immaginifiche scenografie propagandistiche volute dai governi del passato, i grandi memoriali sono tanto oggetto di attenzione, quanto, a volte, di imbarazzo. Scopriamo insieme alcuni tra quelli più imponenti eretti in Europa…

Continua a leggere

Space age, utopia sociale e amore libero: 10 edifici europei ispirati a un futuro improbabile, ma fantastico

Anni sessanta, settanta e anche ottanta, ma non oltre il 1989: il futuro appariva più che magnifico, mirabolante. Appariva in questo modo in tutto il mondo occidentale e persino in quello sovietico. Anche l’architettura ne fu contagiata e in particolare quella d’oltre oceano. Nella più “riflessiva” Europa iniziarono comunque a innalzarsi eccentrici edifici ispirati alla space age e al cinema di fantascienza. Il futuro, inoltre, era anche il tempo ideale per “architettare” improbabili utopie sociali. Non mancò, infine, l’intrigante questione dell’amore libero…

Continua a leggere