Tbilisi, Georgia – Modernismo Sovietico

Tbilisi ospita alcune delle architetture moderniste sovietiche tra le più interessanti mai realizzate.  Fortunatamente, si tratta di edifici che hanno superato indenni gli anni della de-sovietizzazione e che continuano a mostrarsi nelle loro fantasiose e immaginifiche forme. Tra questi, ve ne sono quattro particolarmente significativi: scopriamoli insieme…

Il primo è un vero fuoriclasse: si tratta della attuale sede della Banca di Georgia e, al tempo della sua inaugurazione, anno 1974, sede del Ministero dei Trasporti della Repubblica Socialista Sovietica Georgiana. L’edificio di diciotto piani fu progettato dagli architetti Giorgi Chakhava, Z. Jalaganiya, Temur Tkhilava e V. Kimberg. Futuribile, costruttivista, ironico, geniale… Un vero capolavoro!

14241428803_bbd06baf40_z
Tbilisi, attuale sede della Banca di Georgia (Foto: CC, Oleksandr Burlaka)
2016-03-30_08-47-49-01
Tbilisi, particolare della sede della Banca di Georgia

Il complesso è ispirato all’idea di Space City, ossia della città idealmente progettata con costruzioni che minimizzano la copertura di suolo consentendo di riportarlo al suo stato di “natura”. Non manca il riferimento al lavoro dell’architetto e artista russo El Lissitzky e in particolare al suo Wolkenbügel (Nuvola di Ferro). Formulato agli inizi degli anni venti, l’immaginifico Wolkenbügel non venne mai realizzato, ma ha comunque ispirato numerose celebri costruzioni a partire proprio dalla attuale sede della Banca di Georgia.

2016-03-30_09-50-34-01
Tbilisi, particolare della sede della Banca di Georgia

51ORQVmfE8LQueste e altre architetture sovietiche sono presentate nell’imparagonabile reportage fotografico che lo scrittore e fotografo francese Frederic Chaubin ha raccolto nel suo “libro Bibbia” sul modernismo d’oltre Cortina di Ferro: CCCP: Cosmic Communist Constructions Photographed (ed. Taschen). Trovate nuovamente parte delle architetture che vi presento nel libro Modern Forms del francese Nicolas Grospierre (ed. Prestel): si tratta di un’altra accurata opera fotografica di documentazione sull’architettura moderna, questa volta non solo dell’area ex sovietica.

Il secondo è la sede del Museo Archeologico Nazionale attualmente chiuso per restauro (scrivo a settembre 2015). L’edificio si trova a poca distanza e lungo la medesima via del primo (guardate la mappa qui sotto). Lo caratterizzano la forma a navicella spaziale e l’enorme bassorilievo posto sopra l’ingresso che rappresenta uno scheletro sotterrato.

Chi lo osserva trova finalmente la conferma dell’esistenza di una realtà parallela che si annuncia attraverso un indecifrabile edificio proveniente da un passato che non abbiamo mai vissuto…

L’edificio è stato costruito nel 1988 su progetto degli architetti georgiani Shota Kavlashvili e Shota Bostanashvili.

2016-03-30_08-45-51-01
Tbilisi, sede del museo archeologico
2016-12-21_09-39-57
Tbilisi, sede del museo archeologico

Sempre lungo il viale Marshal Archil Gelovani (guardate la mappa qui sotto per l’indirizzo esatto) troviamo un’altra curiosa architettura sovietica nuovamente in stato di completo abbandono. Si tratta dell’ex Auditorium dell’Istituto di Tecnologia di Tbilisi eretto in stile brutalista nel 1976. Il suo elemento caratterizzante è un immaginifico bassorilievo artistico che occupa l’intera facciata rialzata.

L’originale composizione espone al centro il personaggio di Icaro rappresentato con una singolare somiglianza a Batman, il supereroe della DC Comics. Per questa ragione, a Tbilisi, l’edificio è noto semplicemente come il Batman.

tblisi, gerogia, architettura sovietica
L’ex Auditorium dell’Istituto di Tecnologia di Tbilisi (Foto: CC, orientalizing)
architettura comunista a tbilisi
Dettaglio del bassorilievo nella facciata dell’ex Auditorium dell ‘Istituto di Tecnologia di Tbilisi (Foto: CC, orientalizing)

Nel corso del processo di de-sovietizzazione furono tolti i simboli della falce e del martello che erano posti proprio sulle ali del personaggio mitologico. Poche sono le informazioni al riguardo dell’edificio così come non è possibile risalire al nome dell’architetto e dell’artista autori del progetto.

Infine, va menzionato l’elegante Palazzo delle Cerimonie dove il brutalismo sovietico incontra Gaudí e dove il progettista ha operato affidandosi esclusivamente al suo prezioso compasso. L’edificio dalla singolare natura scultorea fu edificato nel 1985 su progetto dell’architetto Viktor Jorbenadze (1925 – 1999) soprannominato Jorbusier poiché non faceva mistero della sua incondizionata ammirazione per il celebre architetto svizzero Le Corbusier.

Al tempo dei Soviet era questa la sede più ambita per celebrare gli sposalizi. In seguito, la municipalità ha ceduto la proprietà che oggi è nelle mani di un controverso personaggio (si tratta del discusso oligarca Badri Patarkatsishvili) che ne vieta la visita e questo è un peccato perché, dalle immagini che ho potuto vedere, il suo interno è altrettanto originale quanto lo è il suo esterno. Dal 2013, in ogni caso, è possibile nuovamente affittare lo spazio per celebrazioni e matrimoni.

Il Palazzo delle Cerimonie sorge sulla sommità di un rilievo posto a poca distanza dalla stazione internazionale dei bus di Ortchala e si affaccia sul fiume Mtkvari.

2016-12-21_09-25-33
Georgia, Tbilisi, Palazzo delle Cerimonie

Il Palazzo ha l’aspetto di una vera e propria cattedrale curiosamente eretta all’interno dell’ateo e materialista mondo sovietico. Ripetutamente viene sottolineato come la sua architettura abbia un deciso richiamo fallico e infatti, osservandolo, non c’è modo di non pensare all’evidente riferimento anatomico… Casuale o voluta provocazione? Approfondite qui (in inglese).

Tbilisi, Palace of Ceremonies
Georgia, Tbilisi, Palazzo delle Cerimonie
2016-12-21_09-42-54
Georgia, Tbilisi, dettaglio del Palazzo delle Cerimonie
2016-12-21_09-38-28
Georgia, Tbilisi, dettaglio del Palazzo delle Cerimonie

Volete approfondire e conoscere altri capolavori del modernismo sovietico a Tbilisi? Visitate questo sito (in inglese).


Come visitarli:

A Tbilisi, fermate un tassista e mostrategli dallo schermo dello smartphone le immagini degli edifici nell’ordine che trovate qui sopra. Considerate che i tassisti e in generale gli abitanti della città georgiana non ritengono gli edifici sovietici di possibile interesse per il turista. Non sono preparati alla richiesta e la denominazione ufficiale non ha per loro alcun significato. In ogni caso, quando capiranno dalle immagini quale è il vostro interesse, divertiti più di voi, vi accompagneranno di buon grado e per una cifra irrisoria (il costo per l’andata, le attese e il ritorno, mancia compresa, sarà prossimo alle 15,00/20,00 euro se deciderete di soffermarvi 20″/30″ per ciascun edificio). Scegliete, ovviamente, un tassista fornito di una Lada d’annata, quindi, come titola un sito web dedicato a queste meraviglie: have fun with Soviet architecture!


Mappa degli edifici:


 Dove non diversamente indicato, le immagini fotografiche sono state realizzate da noi.
Annunci

5 thoughts on “Tbilisi, Georgia – Modernismo Sovietico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...