Space age, utopia sociale e amore libero: 10 edifici europei ispirati a un futuro improbabile, ma fantastico

Anni sessanta, settanta e anche ottanta, ma non oltre il 1989: il futuro appariva più che magnifico, mirabolante. Appariva in questo modo in tutto il mondo occidentale e persino in quello sovietico. Anche l’architettura ne fu contagiata e in particolare quella d’oltre oceano. Nella più “riflessiva” Europa iniziarono comunque a innalzarsi eccentrici edifici ispirati alla space age e al cinema di fantascienza. Il futuro, inoltre, era anche il tempo ideale per “architettare” improbabili utopie sociali. Non mancò, infine, l’intrigante questione dell’amore libero…

Continua a leggere

Annunci

Unes-Co: ricostruire la quotidianità nelle affollate mete turistiche

biennale architettura 2018

Ingenti flussi turistici stanno trasformando molte località in veri e propri parchi tematici dove tutto è predisposto per l’estemporaneo compiacimento del visitatore. Venezia ne è un esempio, ma ciò accade in numerosi altri luoghi. Per ripristinare l’autenticità delle mete turistiche più affollate è nato un curioso e ben strutturato progetto anche se, ahinoi, si tratta solo di una provocazione. C’è comunque da divertirsi (e riflettere) nel conoscerlo e per questa ragione vi invito a leggere oltre…

Continua a leggere

Spazi d’arte: la Fondazione Burri di Città di Castello

come visitare la fondazione alberto burri di città di castello

In Umbria, a Città di Castello, due spazi ottimamente allestiti presentano una ampia e invidiabile retrospettiva dedicata a uno dei maestri del contemporaneo nazionale e internazionale: il pittore e scultore Alberto Burri (1915-1995). La singolarità dell’esposizione è la sua dimensione che è la più ampia al mondo dedicata a un singolo autore. Vi è inoltre il fatto che lo stesso Burri si occupò degli allestimenti garantendo in questo modo coerenza tra le opere presentate e la loro ambientazione. A Città di Castello, lo scarso interesse nazionale per l’arte contemporanea viene sovvertito offrendo un’occasione irrinunciabile per scoprire o riscoprire il lavoro di uno dei protagonisti dell’arte del Novecento…

Continua a leggere

Cosa sapere per visitare la ghost town di Craco

Basilicata, provincia di Matera, nella zona collinare che precede l’Appennino Lucano, a 390 metri di altitudine, sorge una delle più note ghost town o città fantasma d’Italia: Craco. Il luogo è fortemente suggestivo e conserva intatta la memoria degli accadimenti che ne hanno segnato il laconico destino. Facilmente raggiungibile in automobile, la località è visitabile tramite visite guidate che sono organizzate con straordinaria frequenza (tutti i giorni dell’anno e a ogni ora sino all’imbrunire) e con rara passione. Scoprite tutto quello che vi serve sapere per visitare Craco leggendo oltre…

Continua a leggere

10 musei di Berlino che amerete

quali musei visitare a berlino

Cosa troverete? Dieci spazi espositivi di Berlino tra i più curiosi, insoliti, formativi e suggestivi. Dovete sapere, infatti, che la capitale tedesca ospita 175 tra musei e gallerie d’arte: non c’è modo di visitarli tutti ed è pertanto utile confrontarsi con una selezione ragionata seppur opinabile… Tra i musei e gallerie proposti ve ne sono anche di gratuiti. Buona visita e mi raccomando, andate a Berlino!

Continua a leggere

Spazi d’arte: V-A-C Foundation, Venezia

v-a-c foundation venezia

Raramente a Venezia qualcosa di stabile si “muove” nel mondo dell’arte. Una recente novità di rilievo, tuttavia, c’è stata. Si tratta della nuova sede espositiva aperta dalla V-A-C Foundation e frutto del considerevole investimento fatto, pensate voi, da un magnate del gas russo. Sulle orme di Peggy Guggenheim e François Pinault, ma con la novità di incentrare l’attenzione sugli artisti emergenti, un altro magnate ha scelto Venezia per stabilirvi una prestigiosa vetrina dedicata alla sua collezione d’arte. Leggete oltre per scoprire di cosa si tratta…

Continua a leggere